Lettori dvd Home theatre: migliori prodotti di Settembre 2021, prezzi, recensioni

Andando direttamente al nocciolo della questione in questo breve articolo andremo a definire in primis cosa è un impianto home theatre. Successivamente andremo a vedere come funziona un impianto home theatre.

Ed infine concluderemo andando finalmente a parlare dell’ argomento centrale di questa guida, ossia delle varie componenti e delle caratteristiche tecniche che deve possedere un buon impianto home theatre, andando poi ad espletare nello specifico tutte le informazioni che riguardano le singole componenti che compongono l’ impianto. Perciò, andremo a parlare nello specifico della catena, della tv, del proiettore, della sorgente, dei canali, delle casse, del wattaggio e della potenza.

Cosa è un impianto home theatre

Il primo passo che andremo a fare in questa breve guida che ha come scopo ultimo quello di andare a dare al lettore un’ idea che sia quanto più possibile chiara ed esaustiva in merito poi alla scelta che questi dovrà andare a fare per acquistare uno tra i migliori modelli di lettore dvd home theatre. E allora senza perderci troppo in chiacchiere iniziamo questo percorso andando a dare una breve definizione di cosa è un impianto home theatre.

Un impianto home theatre ha come fine quello di riprodurre i contenuti audio e video in una modalità che sia il più possibile simile a quella che ci si ritrova ad avere quando si va ad un teatro o ad un cinema. Per garantire la giusta qualità dell’ audio e del video dedita a questo preciso scopo, un impianto home theatre si serve di varie componenti, le quali devono avere una qualità similare per garantire un risultato buono ed omogeneo.

Come funziona un impianto home theatre

Dopo aver dato una definizione di home theatre passiamo adesso a vedere come funziona questo particolare tipo di impianto.

Andando subito al sodo, nello specifico, un impianto home theatre esegue il suo scopo semplicemente attraverso un cavo di uscita audio con il quale esso viene collegato ad una smart tv o ad un lettore dvd in blu – ray. In questo modo le casse ricevono un input grazie ad un collegamento con o senza fili. A questo scopo, l’ impianto home theatre deve distribuire in modo omogeneo e corretto ogni singolo suono alle varie casse che sono collegate.

Quali sono le varie componenti e le caratteristiche tecniche che deve possedere un buon impianto home theatre

Dopo aver visto anche come funziona un impianto home theatre andiamo adesso a parlare in modo dettagliato di tutte le componenti che devono essere presenti in un buon impianto home theatre. Senza perderci troppo in chiacchiere, ecco qua sotto un breve elenco che espleta quali sono le parti fondamentali dell’ home theatre.

  • La Catena;
  • La Tv o il Proiettore;
  • La Sorgente;
  • I Canali e le Casse;
  • Il Wattaggio e la Potenza.

La Catena

Una catena è l’ insieme di tutte le varie componenti che concorrono alla formazione dell’ impianto home theatre. Queste parti sono tutte collegate tra loro così da ottenere dei buoni contenuti audio e video ed è bene che siano della stessa qualità in modo da ottenere un risultato omogeneo e così da non far diminuire la qualità dell’ impianto per via di un solo componente che non possiede delle buone caratteristiche

La Tv o il Proiettore

Senza questi due strumenti non si avrebbe la possibilità di guardare i contenuti video trasmessi dal lettore dvd home theatre. La tv viene utilizzata in misura maggiore rispetto al proiettore, che però propone al cliente dei risultati migliori se posto in una sala buia e ampia, la quale consente di avere una diagonale di visione molto più grande rispetto a quella che viene offerta da una tv.

Una buona tv deve avere una risoluzione elevata in modo da garantire una qualità maggiormente elevata delle immagini anche se in corrispondenza di un prezzo generalmente più alto. Le più vendute sono a schermo LCD retroilluminato o a schermo OLED. Questi ultimi presentano un contrasto maggiormente elevato e una qualità migliore.

Al giorno d’ oggi puoi trovare in commercio le nuove smart tv, che propongono tecnologie e funzionalità decisamente più avanzate rispetto ai vecchi modelli, le tv con schermo curvo, tv che supportano il 3D e l’ HDR (High Dynamic Range).

Sorgente

L’ argomento clou di questa guida è quello relativo alla sorgente di un impianto home theatre. E’ sicuramente una parte indispensabile dell’ impianto in quanto ha il compito di gestire i contenuti multimediali che si intendono visualizzare. In alcuni casi la sorgente può essere una chiave USB o un pc, ma la maggior parte delle volte si opta per un lettore dvd home theatre, il quale garantisce una qualità migliore.

I Canali e le Casse

Una scelta che va fatta quando si vuole un impianto home theatre è quella relativa al numero delle casse da acquistare. Andando direttamente al sodo, si possono andare a comprare due tipi di casse:

  • Le casse 2.1, sono ideali se si ha poco spazio a disposizione essendo questi più compatti. In questo modo si otterrà un effetto Dolby Surround, che propone una buona qualità audio con suoni chiari e rifiniti;
  • Le casse 5.1, sono le più usate negli impianti home theatre in quanto forniscono una qualità dell’ audio decisamente maggiore, seppur abbiano bisogno di una sala abbastanza ampia in modo da installare nella posizione migliore i diffusori per avere un suono migliore e più avvolgente. Propongono un effetto Dolby Digital con un audio meno rifinito ma più rifinito e tridimensionale.

Il Wattaggio e la Potenza

Oltre alla valutazione del numero delle casse che vengono installate in un impianto home theatre, bisogna prendere in considerazione anche la potenza massima a cui può arrivare l’ audio. Un buon impianto home theatre deve avere una potenza di almeno 600 KW così da garantire le migliori prestazioni. Andiamo allora ad esprimere i due valori che consentono di misurare il wattaggio e la potenza.

  • Il wattaggio si misura con il PMPO, il quale indica il tetto massimo che viene tollerato dal diffusore. Sopra questa soglia è reale il rischio di andare a rovinare lo strumento;
  • La potenza, invece, si misura con l’ RMS, il quale indica la potenza massima che se superata va a distorcere l’ audio.

Da sempre appassionato di scrittura e di scrittura per il web, adesso sono Web Content Writer e Seo Copywriter.

La scrittura sul web oltre che una mia prerogativa è una mia grande passione.

Amo scrivere ed esprimermi in lingua italiana, che spero di conoscere sempre di più nel mio percorso di vita.

Ho iniziato scrivendo articoli economici e finanziari, per poi passare a quelli sportivi e calcistici, successivamente mi sono occupato di moda, abbigliamento, stile e design.

Ora scrivo e vi parlerò di tutto ciò che riguarda la tecnologia, l’elettronica e, nello specifico, il mondo dei lettori dvd, cercando di essere sintetico ma al contempo esaustivo.

Le mie parole d’ordine sono: coerenza, originalità e utilità.

Back to top
menu
Scelta Lettore DVD